Una vivace Delta Despar Trentino strappa un set alla capolista Imoco Conegliano

Al PalaVerde le gialloblù si inchinano a testa alta al cospetto di Egonu e compagne. Piani e Melli in evidenza con 28 punti complessivi
Una vivace Delta Despar Trentino strappa un set alla capolista Imoco Conegliano Una vivace Delta Despar Trentino strappa un set alla capolista Imoco Conegliano
09 novembre 2020

Niente punti ma tante indicazioni positive. La Delta Despar, dopo quattro rinvii consecutivi e dopo più di tre settimane trascorse senza giocare gare ufficiali, cade in quattro set al PalaVerde, strappando un set alla capolista Imoco Conegliano e dimostrando di non aver perduto lo smalto di inizio stagione.

Eccezion fatta per la prima frazione di gioco, persa rapidamente da Trento con il punteggio di 25-9, le gialloblù di Bertini hanno mostrato carattere riuscendo a dare del filo da torcere alla squadra campione d'Italia e del Mondo in carica, una squadra dotata di individualità di spicco come l'americana Hill, eletta miglior giocatrice della sfida con 15 punti personali e percentuali molto elevate in ogni fondamentale (46% in attacco e 83% in ricezione), oltre alle solite Wolosz ed Egonu. La differenza principale si è notata soprattutto nel fondamentale del muro, a segno 13 volte per Conegliano e solamente 3 per Trento. Tra le fila della Delta Despar da segnalare i 15 punti di Piani e i 13 di Melli, autrice quest'ultima di una prestazione in crescendo con il 55% finale in attacco.

Organico al completo per la Delta Despar, in campo con Cumino in regia, Piani opposto, Melli e D'Odorico in banda, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. Santarelli, tecnico di Conegliano, risponde con la formazione tipo, senza l'altoatesina Folie, ai box per un problema al ginocchio: Wolosz al palleggio, Egonu opposto, Hill e Sylla schiacciatrici, Fahr e De Kruijf al centro e De Gennaro libero.

Fahr al servizio mette subito le cose in chiaro regalando i primi break all'Imoco (3-0). La risposta trentina arriva con la battuta dell'ex Furlan che riesce a mettere in difficoltà la ricezione veneta e a regalare a Piani lo smash del -1 (3-2). La maggiore fisicità delle padrone di casa si fa sentire soprattutto nel fondamentale del muro, con cui riescono a creare molte insidie all'attacco gialloblù. Bertini inserisce Trevisan per Melli per rafforzare la ricezione. Il break che taglia le gambe alla Delta Despar arriva però sul servizio di Hill: un parziale di 7-0 con i muri e gli attacchi di Sylla (13-4). L'Imoco non cala la qualità del servizio e della correlazione muro-difesa e l'errore al servizio di Piani chiude la prima frazione (25-9).

Torna Melli in sestetto e l'inizio di gara gialloblù è positivo grazie al servizio di Furlan (1-3). Dopo una fase giocata punto a punto la voce grossa in casa delle campionesse del Mondo la fa la centrale De Kruijf con la fast e due muri (14-10). Furlan prova ad emulare la centrale olandese e un suo muro su Egonu accorcia le distanze (17-14). Egonu con l'ace e Hill con una serie di colpi magistrali riportano l'Imoco sul +6 (21-15). Bertini inserisce Bisio e Ricci per Cumino e Piani ma il set viene chiuso da un errore di Piani (25-17).

Santarelli inserisce Omoruyi per Sylla. Moro inizia a prendere le misure agli attacchi stratosferici veneti. Egonu e Omoruyi attaccano out e arriva il primo vero vantaggio trentino (4-7). Le gialloblù crescono punto dopo punto con Melli che trova ottime soluzioni offensive (12-18). Santarelli prova a cambiare le carte in tavola reinserendo Sylla e giocandosi il doppio cambio con Gennari e Gicquel ma la pipe vincente di Trevisan, entrata per la ricezione, allontana nuovamente le due squadre nel punteggio (18-22). Due punti in attacco di Piani chiudono la frazione in favore della Delta Despar Trentino (20-25).

Le gialloblù prendono sempre più fiducia e anche in avvio di quarto set rimangono avanti nel punteggio (5-6). Conegliano, però, cresce in difesa con l'ottima De Gennaro e in attacco con la coppia Hill-Egonu, riportandosi avanti (14-10). Melli non ci sta e con due diagonali tiene a galla Trento (20-15) ma due ace consecutivi di Egonu chiudono virtualmente la frazione e l'incontro (22-15), prima dell'ultimo punto firmato in fast da De Krujif (25-17).

Le parole dei protagonisti

Eleonora Furlan, centrale Delta Despar Trentino: «Dopo tre settimane di stop non era sicuramente facile tornare a giocare e soprattutto farlo contro le giocatrici più forti del Mondo; penso che il primo set sia servito per rompere il ghiaccio. Non avevamo nulla da perdere e abbiamo provato a giocare libere di testa semplicemente divertendoci e giocando a pallavolo. Ci ripetiamo sempre che la serie A1 è un'opportunità per tutte e occasioni come la partita di questa sera sono ottime per crescere e migliorare, al di là del risultato finale».

Kimberly Hill, schiacciatrice Imoco Conegliano: «Sono felice di essere tornata a giocare e piano piano la spalla e la mia forma fisica stanno rispondendo sempre meglio. La partita di questa sera non era facile, perché contro squadre così devi sempre prestare la massima attenzione. Come concedi qualche punto le avversarie prendono sempre più fiducia ed entusiasmo e così è successo nel terzo set, in cui Trento ci ha fatto male con tanti mani-out».

Il tabellino della partita giocata al PalaVerde di Villorba

IMOCO CONEGLIANO – DELTA DESPAR TRENTINO 3-1
(25-9, 25-17, 20-25, 25-17)
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Fahr 11, Egonu 18, Hill 15, De Kruijf 13, Wolosz 1, Sylla 11, De Gennaro (L); Gicquel 2, Omoruyi 2, Gennari 0, Caravello 0. Non entrate: Folie, Butigan, Adams. All. Santarelli
DELTA DESPAR TRENTINO: D'Odorico 6, Furlan 4, Piani 15, Melli 13, Fondriest 5, Cumino, Moro (L); Trevisan 0, Bisio 0, Pizzolato 0, Ricci 0. Non entrate: Marcone. All. Bertini
ARBITRI: Piana e Puecher
DURATA SET: 17', 24', 25', 24' (totale: 1h30')
NOTE: Imoco Conegliano (attacco 54, muro 13, ace 6, errori azione 6, errori battuta 15), Delta Despar Trentino (attacco 41, muro 2, ace 0, errori azione 3, errori battuta 17). Mvp: Hill