Delta Despar, un altro passo in avanti: le gialloblù strappano un punto d'oro a Firenze

Non bastano i 21 punti di Piani per ottenere il successo, con Trento che non riesce a gestire il vantaggio di due set ad uno subendo la rimonta toscana
Delta Despar, un altro passo in avanti: le gialloblù strappano un punto d'oro a Firenze Delta Despar, un altro passo in avanti: le gialloblù strappano un punto d'oro a Firenze
18 ottobre 2020

Non riesce il colpaccio alla Delta Despar Trentino che al Nelson Mandela Forum di Firenze deve arrendersi sul più bello ad un mai domo Bisonte Firenze. Cinque set molto altalenanti da parte di entrambe le squadre con le toscane più ciniche e lucide nella fase finale del match.

Rimane un pizzico di rammarico tra le file della Delta Despar Trentino per non aver di fatto giocato le ultime due frazioni, in cui Trento ha subito il prepotente ritorno della squadra fiorentina. Nonostante il ko al quinto set, quello conquistato in terra toscana resta comunque un risultato prezioso ottenuto su un campo particolarmente ostico, nel concreto un punto che permette alle gialloblù di muovere nuovamente la propria positiva classifica. Da menzionare l’ottima prova delle centrali di casa Alberti e Belien, oltre ad una stratosferica Guerra. Tra le fila trentine top scorer Vittoria Piani con 21 punti personali e il 43% di positività in attacco. Organico al completo per la Delta Despar Trentino, in campo con Cumino in regia, Piani opposto, Melli e D'Odorico in banda, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. Mencarelli, tecnico di Firenze, privo di Nwakalor, risponde con Cambi al palleggio, Enweonwu opposto, Guerra e Van Gestel schiacciatrici, Alberti e Belien al centro e Venturi libero.

Partenza a tinte gialloblù con le trentine che trovano nella correlazione muro e difesa un fattore positivo (3-7). Il Bisonte si rialza grazie ad un'ispirata Guerra ed al turno al servizio dell'altra schiacciatrice Van Gestel (7-7). Il nuovo allungo targato Delta Despar arriva grazie a D’Odorico che prima ferma a muro Enweonwu e poi in attacco da posto due concretizza al meglio in parallela (9-12). Il finale è un assolo gialloblù, al servizio va la palleggiatrice Cumino (16-18) e arriva un break incredibile con un parziale che porta direttamente alla conclusione della frazione, condito da due ace diretti (16-25)

Il Bisonte scende in campo più agguerrito nel secondo set spingendo da subito al servizio. L’ace di quest’ultima porta al massimo vantaggio le toscane obbligando Bertini a fermare il gioco (9-5). Cambi si affida quasi solo esclusivamente a Guerra. Questa soluzione dà ragione alla palleggiatrice toscana con Firenze che si mantiene sul +4 (15-11). Il muro di Furlan su Enweonwu illude la Delta (16-14) ma il turno al servizio di Alberti riporta Il Bisonte sul +6 (20-14). Bertini si gioca la carta Ricci per Cumino ma Guerra con un muro su Fondriest chiude la frazione (25-17).

Firenze nel segno di Guerra anche ad inizio terzo set con le trentine contratte (7-4). La sveglia in casa Delta Despar Trentino la suona Melli con due attacchi vincenti e un pallonetto spinto (10-10). Ritrova la cattiveria giusta la formazione di Bertini che riesce a portarsi avanti di due lunghezze con il pallonetto di Piani (14-16). Cumino al servizio spinge, Cambi forza una fast con Alberti ma la palla non supera il nastro e la Delta Despar Trentino si riporta sul +2 (20-22). Piani in attacco si supera con due attacchi vincenti (22-24). Chiude il set l’attacco out di Van Gestel (22-25).

Belien a muro fa la voce grossa e il primo allungo del quarto set è del Bisonte (7-1). Delta Despar incapace di reagire soffrendo in ricezione le ostiche battute toscane. Bertini si gioca tutte le armi a sua disposizione inserendo Bisio, Pizzolato, Ricci e Trevisan ma Firenze sull’onda dell’entusiasmo non cala d’intensità (13-4). Finale a senso unico in favore delle padrone di casa ma arrivano alcuni segnali positivi dalle subentrate trentine, come ad esempio Pizzolato che ha messo a terra tre palloni (25-12).

Inizio del tie break ancora con Guerra e Belien a fare la voce grossa. Un attacco di Guerra e uno successivo della centrale di casa valgono il +3 (5-2). Continua a spingere dai nove metri con insistenza Il Bisonte Firenze e al cambio di campo si va con le padrone di casa avanti 8-3. Trevisan subentra a D’Odorico ma Cambi al servizio diventa la bestia nera delle gialloblù (11-3). Chiude l’incontro un attacco di Alberti (15-4).

Le parole dei protagonisti

Matteo Bertini, allenatore Delta Despar Trentino: «La sconfitta sicuramente non fa piacere ma è un punto guadagnato in un campo difficile. Essendo la terza partita in sette giorni mi aspettavo un calo fisico, purtroppo è arrivato anche quello mentale a partire dal quarto set ma sono cose che fanno parte del gioco. Torniamo a Trento con un punto guadagnato in un palazzetto ostico, muoviamo ancora la nostra classifica e questo lo considero un passo in avanti per arrivare a raggiungere il nostro obiettivo».

Il tabellino della partita giocata al Mandela Forum di Firenze

Il Bisonte Firenze - Delta Despar Trentino 3-2
(16-25, 25-17, 22-25, 25-12, 15-4)
Il Bisonte Firenze: Cambi 4, Enweonwu 10, Guerra 23, Van Gestel 13, Belien 17, Alberti 18, Venturi (L); Lazic 0, Panetoni 0, Hashimoto 0, Nwakalor ne, Kone ne. All. Marco Mencarelli
Delta Despar Trentino: Cumino 3, Piani 21, D'Odorico 10, Melli 10, Furlan 8, Fondriest 5, Moro (L); Ricci 0, Bisio 1, Pizzolato 3, Trevisan 1, Marcone ne. All. Matteo Bertini
Arbitri: Marco Zavater e Ubaldo Luciani
Durata set: 21', 23', 25', 22', 13' (totale: 1h44')
Note: Il Bisonte Firenze (attacco 59, muro 16, battuta 10, errori azione 12, errori battuta 8), Delta Despar Trentino (attacco 52, muro 6, battuta 4 , errori azione 9, errori battuta 6). Partita giocata a porte chiuse

Le immagini più belle della partita (foto Rubin/LVF)