La Delta Despar Trentino torna finalmente a sorridere e abbandona l'ultimo posto in classifica

Una sontuosa Eleonora Furlan, mvp del match, spinge le gialloblù al successo in tre set su Roma
La Delta Despar Trentino torna finalmente a sorridere e abbandona l'ultimo posto in classifica La Delta Despar Trentino torna finalmente a sorridere e abbandona l'ultimo posto in classifica
18 dicembre 2021

A distanza di oltre due mesi dall'ultimo successo stagionale, la vittoria ottenuta al debutto a Bergamo il 10 ottobre, la Delta Despar Trentino si sblocca e ritrova finalmente l'appuntamento con i tre punti, superando alla BLM Group Arena l'Acqua & Sapone Roma Volley Club in quello che era un delicatissimo scontro salvezza per la truppa di Bertini.

Grazie all'acuto con le capitoline la squadra gialloblù abbandona l'ultimo posto in classifica e rilancia le proprie ambizioni, agganciando il treno che porta alla salvezza. Ottima la regia di Raskie, sugli scudi una sontuosa Furlan (14 punti con il 71% a rete e 3 muri), ma da volti altissimi è la prova dell'intero sestetto trentino, con Piva, Rivero e Nizetich (47% in attacco) pungenti in attacco e Moro precisissima in seconda linea (91% di positività).

L'approccio alla gara di Trento è propositivo, il muro e la difesa lavorano bene sulle principali attaccanti capitoline, con Raskie che sfrutta a ripetizione la vivacità in pipe di Rivero (9-7). I muri di Pamio e Trnkova tengono agganciate nel punteggio l'Acqua & Sapone fino al 12-12, quando la Delta Despar allunga con il diagonale di Piva e l'errore al centro di Cecconello (17-14). Furlan porta in dote un paio di preziosi cambio-palla (18-15), ma a respingere il tentativo di rimonta romano sono soprattutto due magie di secondo tocco di Raskie (22-20). Le ospiti trovano comunque la parità sul 22-22 ma il duo Furlan - Rivero regala a Trento due set point, con Piva che trova il guizzo vincente tra le proteste laziali per un presunto fallo al palleggio di Raskie (25-23).

Galvanizzata dalla vittoria del set la truppa di Bertini prosegue sulla falsariga del parziale precedente, obbligando Saja a richiamare in panchina Klimets, sostituita da Decortes. L'ace di Rivero e il muro di Piva su Trnkova valgono il primo strappo (8-5), la Delta prende fiducia e scappa via con due attacchi di Raskie e un gran muro di Furlan (19-13). L'Acqua & Sapone non reagisce, Piva si esalta in lungo linea e al servizio (21-14), prima dei due attacchi di Rivero che spediscono Trento sul doppio vantaggio (25-15).

Nel terzo set, dopo un ottimo avvio gialloblù nel segno di Nizetich e della solita Furlan (7-5), Trento è costretta a rincorrere, perché sul turno al servizio di Klimets è Roma ad inserire il turbo, spingendosi fino all'11-15. Il muro di Berti risveglia la Delta, che un passo per volta annulla lo svantaggio, ritrovando efficacia in attacco e brillantezza a muro (16-16). La fast di Berti vale addirittura il sorpasso (17-16), la “collega” Furlan non è da meno perché giunta in prima linea va a segno prima in attacco e subito dopo a muro (22-20). Nel finale Raskie affida gli ultimi palloni a Rivero e Nizetich, che non si fanno pregare e fanno esplodere la festa a tinte gialloblù (25-22).

Le parole dei protagonisti

Eleonora Furlan, centrale Delta Despar Trentino. «La chiave del successo? Penso sia semplicemente il lavoro. Il lavoro che abbiamo svolto ogni settimana senza mai demoralizzarci, anche quando i risultati proprio non volevano arrivare. Non abbiamo mai mollato di un centimetro e abbiamo continuato a lavorare sodo e penso che questo successo ci ripaghi di tutti gli sforzi compiuti in queste settimane non semplici. Sapevamo che quella con Roma sarebbe stata una partita importantissima per la corsa salvezza, siamo state brave ad interpretarla al meglio e a cogliere un successo di grandissima importanza che ci permette finalmente di iniziare a raccogliere quanto abbiamo seminato».

Il tabellino della gara giocata alla BLM Group Arena

Delta Despar Trentino - Acqua & Sapone Roma Volley Club 3-0
25-23, 25-15, 25-22
DELTA DESPAR TRENTINO: Raskie 4, Nizetich 13, Rivero 12, Piva 9, Berti 6, Furlan 14, Moro (L); Mason 0, Stocco 0, Piani ne, Rucli ne, Botarelli ne. All. Matteo Bertini
ACQUA & SAPONE ROMA: Bugg 3, Trnkova 7, Cecconello 4, Stigrot 11, Pamio 7, Klimets 5, Venturi (L); Rebora 0, Papa 0, Decortes 4, Avenia ne, Bucci (L) ne, Arciprete ne. All. Stefano Saja
ARBITRI: Dominga Lot e Andrea Pozzato
DURATA SET: 28', 23', 29' (totale: 1h26')
NOTE: Delta Despar (attacco 47, muro 6, ace 5, errori azione 10, errori battuta 9), Roma (attacco 34, muro 6, ace 1, errori azione 12, errori battuta 5). Spettatori: 180 circa. Mvp: Furlan