Una generosa Delta Despar Trentino esce a testa alta da Scandicci. Tante assenze per le gialloblù che si inchinano in tre set alla Savino del Bene

Con le centrali Berti e Rucli ai box per infortunio e Piani in panchina, le gialloblù giocano a lungo alla pari con le toscane
Una generosa Delta Despar Trentino esce a testa alta da Scandicci. Tante assenze per le gialloblù che si inchinano in tre set alla Savino del Bene Una generosa Delta Despar Trentino esce a testa alta da Scandicci. Tante assenze per le gialloblù che si inchinano in tre set alla Savino del Bene
25 ottobre 2021

Troppa Savino del Bene Scandicci per una generosa Delta Despar Trentino, che esce sconfitta dal palasport toscano per 3-0 in poco più di un’ora di gioco. Ampio turnover per la formazione di Matteo Bertini, privo per l’occasione di due centrali su tre: alla scavigliata Berti si è aggiunta infatti la defezione di Rucli, un’assenza che ha costretto il coach marchigiano a re-inventarsi la formazione iniziale della Delta Despar Trentino. Una variazione anche nel ruolo di opposto con l’ingresso di Piva e un turno di riposo per una Piani acciaccata dopo i due impegni ravvicinati con Cuneo e Firenze.

Una sfida che, seppur affrontata con una formazione inedita, ha visto il risultato spesso in bilico, complice una prestazione molto generosa e ordinata della Delta Despar. Da menzionare tra le fila fiorentine la prestazione dell’opposto Lippmann, eletta mvp del match e top scorer con 11 punti personali, mentre in casa Delta vanno menzionate le prove di Rebecca Piva, autrice di 4 ace personali, e di Mason.

In avvio la Delta Despar riesce a giocare punto a punto rimanendo aggrappata con i denti alla Savino a suon di mani-out (8-8). Il doppio break toscano arriva con un pallonetto difeso su Furlan, il successivo attacco vincente di Lippmann e l’attacco out di Nizetich (11-8). Pochi scambi dopo è nuovamente Scandicci a premere sull’acceleratore con il servizio di Lippmann che trova qualche carenza nella ricezione trentina (16-10). Rivero e Piva in attacco trovano delle buone soluzioni soprattutto in diagonale e la Delta Despar annulla lo svantaggio (17-17). Sul più bello però due attacchi di Piva terminano out e sulle mani di Malinov e successivamente anche Rivero si fa murare da Alberti (22-17). Malinov e Alberti non trovano l’intesa e torna nuovamente sotto la formazione di Bertini (23-22), ma chiude la prima frazione una portata fischiata a Furlan (25-22).

Scandicci fatica ad ingranare e ne approfitta Trento con la battuta al salto di Piva per allungare nel punteggio (8-13). La carica nel campo di casa la suona Orthmann ma sono due attacchi consecutivi fuori di Furlan e Rivero a regalare il pareggio alla Savino (14-14). Due nuovi break firmati Scandicci sono ad opera di Alberti con il fondamentale del muro (16-14). Chiude il parziale la pipe di Pietrini (25-20).

Terza frazione con protagonista sin da subito la Savino del Bene che allunga sul +3 con il muro di Alberti su Rivero (8-5). Furlan fallisce lo smash del pareggio e nel punto successivo Mason attacca out (12-9). Allunghi e contro-allunghi per una tenace Delta Despar, il nuovo pareggio è il mani-out di Rivero (12-12). Alberti in un muro a uno dice “no” a Piva e si riporta sul +3 la formazione di Barbolini (15-12). Le trentine non riescono più a ricucire il distacco (22-17) e ci pensa l’attacco di Bia a chiudere il set e il match (25-19).

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – DELTA DESPAR TRENTINO 3-0 
(25-22 25-20 25-19)
SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Orthmann 6, Alberti 6, Lippmann 11, Pietrini 10, Ana Beatriz Bia 8, Malinov 7, Castillo (L); Natalia 4, Napodano, Angeloni. Non entrate: Camera (L), Lubian, Bartolini, Milanova. All. Barbolini
DELTA DESPAR TRENTINO: Raskie 6, Piva 8, Nizetich 6, Furlan 3, Mason 8, Rivero 9, Moro (L); Stocco, Botarelli. Non entrate: Rucli, Berti, Piani. All. Bertini
ARBITRI: Carcione, Salvati
DURATA SET: 29′, 28′, 26′; Tot: 83′.